Change Management

Gestione del cambiamento

change management team coaching

Con il termine change management (gestione del cambiamento) si intende un approccio strutturato al cambiamento che avviene negli individui, nei gruppi, nelle organizzazioni e nelle società e che rende possibile la transizione da una modalità di lavoro corrente ad una futura desiderata.

Si tratta di un processo complesso e articolato. Ha un forte impatto sulle abitudini delle persone, che per loro natura mostrano sempre una certa incertezza di fronte al cambiamento.

 

Il Change Management è un tema che non passa mai di moda, oggi meno che mai poiché il mercato è più flessibile e imprevedibile che in qualsiasi epoca passata. Imparare ad adeguarsi più velocemente dei competitor può costituire un vantaggio enorme per l’azienda. Ma meglio ancora sarebbe saper innovare abbastanza in fretta da poter riconoscere e guidare il cambiamento in arrivo.

La struttura aziendale deve diventare sempre più flessibile e adattabile, ma anche resistente allo sforzo, per sopportare qualsiasi possibile condizione futura – per quanto imprevedibile.

Dal punto di vista di un’azienda, un’organizzazione o semplicemente di un gruppo di individui, il cambiamento può essere rappresentato da un nuovo tipo di tecnologia da acquisire o da un nuovo modo di porre i processi al suo interno. Inoltre, può anche essere un salto culturale da diffondere al proprio interno o all’esterno. in generale, per garantire il raggiungimento dei propri obiettivi, la mission, un’azienda ha necessità di governarne al meglio la trasformazione.

Più grande e più profondo sarà il cambiamento, maggiore sarà lo sforzo e l’attenzione necessaria per governarlo e indirizzarlo verso la meta.

 

Change Management: la strategia

Affinché una trasformazione possa realmente realizzarsi è necessaria una strategia chiara ed efficiente. Inoltre, serve una forte partecipazione e motivazione delle persone coinvolte.

La cultura del Change Management, parte importante del percorso di Team Coaching, fornisce un quadro d’insieme e degli strumenti per governare l’impatto della trasformazione sulle persone coinvolte e per aiutare gli individui a orientarsi e muoversi all’interno dei cambiamenti del mondo circostante che si trasforma.

Cambiare o migliorare?

Da sempre, il cambiamento spaventa. Tutti vogliamo migliorare ma pochi di noi sono realmente disponibili a mettersi in gioco e cambiare. C’è sempre quella paura di lasciare la nostra zona di comfort, quello che conosciamo bene, per affrontare l’ignoto.

Prima del cambiamento, infatti, è importante capire cosa ognuno di noi è disposto a lasciar andare. È importante fare un viaggio introspettivo per capire quali sono le parti di noi superflue o che ci tengono legati al passato, non permettendoci di andare avanti verso il miglioramento.

Se già è complesso il cambiamento individuale, la gestione del cambiamento di un team è una questione ancora più complicata che richiede studio e conoscenza approfondita dei membri del team, ottenibile con le sessioni di Assessment. Quando cambia un team cambiano anche gli equilibri al suo interno. L’importante, quindi, è imparare a comunicare il cambiamento in modo differente ai membri del team in quanto ognuno risponde diversamente agli stimoli esterni.

Vuoi saperne di più sul Team Coaching?

Cambiamento e obiettivi

Possiamo sapere che obiettivi selezionare solo se il lavoro di VisionMissionValori sarà stato fatto con cognizione. Ogni cambiamento viene fatto sulla base di un obiettivo da raggiungere.

In realtà, però, non ha senso parlare di obiettivi. Gli obiettivi sono solo numeri, e anche se certamente sono utili, l’informazione più importante è quella che ci aiuta a capire cosa ci sta dietro, il cambiamento che ci porta alla definizione degli stessi. Se non trovano un gancio ad un programma più ampio, restano soltanto una fatica in più, un esercizio mentale in più che, però, non ha un’immagine forte a motivarlo.

La vera spinta, quindi, è il costruire qualcosa, portare a termine un progetto con la seguente evoluzione del team. Bisogna essere in grado di trasmettere al proprio gruppo il bisogno di trovare una motivazione in qualcosa di grande, nella partecipazione ad un progetto più importante. Ovviamente, la Vision condiziona completamente il modo in cui ci rapportiamo con quello che facciamo ogni giorno.

Cosa ci deve essere dietro ai nostri obiettivi?

Ricapitolando, dietro agli obiettivi personali e del team ci deve essere:

  • Un sogno che ci emozioni e spaventi: l’idea che qualcosa ci spaventi non vuol dire che sia per forza giusta, ma allo stesso tempo non solo perché qualcosa ci spaventa vuol dire sia impossibile da raggiungere.
  • Allineamento della squadra
  • Diversa prospettiva
  • Idee nuove
  • Una profonda motivazione: abbiamo bisogno di capire cos’è che ci motiva e ci spinge, cosa ci rende felici.

Gestione del cambiamento e dello stress

Alla gestione del cambiamento, segue la gestione dello stress. Un’efficace gestione dello stress nell’ambiente di lavoro è una qualità del quale un buon leader non può fare a meno. Il rischio, altrimenti, è quello di non riuscire più a svolgere il proprio lavoro al meglio delle proprie capacità. Ma lo stress non è solo un fattore negativo nella vita aziendale: è anche uno stimolo all’azione e una potente molla motivazionale. È importante, infatti, saperlo gestire con gli strumenti giusti.

 

La nostra soluzione?

Per trasformare lo stress da fattore dispersivo a stimolo, la nostra scelta è quella di ricreare ad hoc condizioni di cambiamento, e per questo stressanti, in un ambiente nuovo, lontano dalla tipica esperienza aziendale.

In questo modo viene costruita l’esperienza di uno stress positivo, mirato al raggiungimento dell’obiettivo. Quand’anche l’attività formativa metta i partecipanti in condizioni di forte tensione, l’ambiente apparentemente leggero e quasi giocoso favorirà la creazione di dinamiche positive di comunicazione e team work.

Vuoi prenotare il tuo percorso di Team Coaching?