More of TeamWorking
Articoli
Bologna

Bologna: la città della cucina con un turista d’eccezione

C’è grande attesa a Bologna per la mostra fotografica Mast che si terrà alla fine di settembre. L’autore delle foto è un artista di eccezione: David Lynch, regista americano diventato leggenda per alcuni capolavori come “Velluto Blu” e “Twin Peaks”. La mostra, iniziata a Londra e adesso approdata al centro polifunzionale di Via Speranza, prevede 124 foto in bianco e nero scattate tra il 1980 e il 2000, nelle aree industriali in Germania, Polonia, Inghilterra e America, il tutto integrato da un’istallazione sonora e dalla collezione dei primi cortometraggi dell’artista. Un evento assolutamente da non perdere. Ma cosa possiamo dire di Bologna? La città è conosciuta in tutto il mondo per la sua grande tradizione storico-culturale, con la prima università del mondo e la sua grande tradizione gastronomica. È proprio il caso di osservarla brevemente insieme, non trovate?

Una passeggiata nel Medioevo

Colonia romana fin dal 189 AC, Bologna raggiunge l’apice del suo splendore nel Medioevo, quando diventa un potentissimo comune appartenete alla fazione dei Guelfi (coloro che appoggiavano il papa nella lotta tra papato e impero). La ragione di questo sviluppo politico ed economico sta nella sua posizione geografica, a cavallo di una serie di “canali” idrici che permettevano il transito di grandi quantità di merci, come il Canale Navile, il Canale di Reno e il Canale di Savena, solo per citarne alcuni. Il complesso di approvvigionamento idrico forniva anche una grande quantità di energia idraulica, cosa che consentì lo sviluppo di una fiorente industria tessile. Nel 1507 Bologna divenne parte dello stato pontificio, per rimanere sostanzialmente come tale, benché con alterne vicende, fino all’avvento dell’unità d’Italia nel 1860. La storia della città vede alcuni invidiabili record, come la già citata università, la prima mai fondata nell’Occidente ancora oggi rinomata in tutto il mondo, e la prima legge che abolisce la schiavitù, la cosiddetta “Legge del Paradiso” del 1256, con la quale la servitù della gleba veniva di fatto riscattata con soldi pubblici.

Molti sono i monumenti che testimoniano questa straordinaria tradizione, alcuni dei quali spiccano come vere e proprie icone. Ricordiamo, allora, Piazza Maggiore, cuore della città dove si snoda una fitta rete di strade porticate uniche al mondo. Tra gli edifici nella piazza c’è la Basilica di San Petronio, dedicata al patrono della città. La sua costruzione iniziò nel 1390 e la basilica doveva essere la più grande del mondo cristiano, anche se i lavori non furono mai sostanzialmente completamente. Ricordiamo poi il Palazzo D’Accursio, sede del governo cittadino fin dal Medioevo, e le Due Torri, posizionate strategicamente all’ingresso della città come icona delle sue numerose altre torri (Bologna, infatti, era conosciuta come la “Turrita”).

Uno stage d’eccezione quindi, dove spesso invitiamo i gruppi a sfidarsi con i format Caccia al Tesoro e Urban Game: divisi in team ed equipaggiati con mappe e iPad, i partecipanti devono raggiungere il traguardo e risolvere il mistero nel più breve tempo possibile. Durante il nostro ultimo Urban Game di Bologna siamo partiti da alcuni monumenti simbolo, come le già citate Piazza Maggiore e le Due Torri, in un’esperienza che può essere immortalata con il nostro Movie Making Team Building: con costi e tempi estremamente ridotti possiamo creare il nostro film personale lungo le sue strade porticate della città!

Bologna fuori Bologna

I Colli BolognesiMa Bologna offre anche uno straordinario paesaggio naturalistico, fatto di parchi, boschi e distese erbose. Di particolare importanza sono i Colli bolognesi: a poca distanza dalla città e ideali per gite con sosta in trattoria, dove possiamo gustare gli ottimi vini della zona. Questi sono una delle nostre mete preferite per le attività di formazione esperienziale e di outdoor training, come i nostri format Orienteering e Survival Team Building: i partecipanti dovranno farsi strada tra i colli bolognesi, immersi in distese verdi, campi e coltivazioni di vigneti. Non c’è location più bella e deliziosa!

Il Genio della Cucina Bolognese

Bologna è anche conosciuta per la sua tradizione culinaria, madre tra alcune delle specialità gastronomiche che non hanno rivali al mondo. Come possiamo dimenticare le lasagne verdi alla bolognese o il ragù classico bolognese? E cosa dire delle tagliatelle, anche queste cucinate con il ragù, e dei Tortellini al brodo, ripieni di mortadella di Bologna? Solo il nome di queste pietanze fa venire l’acquolina in bocca! Volete impressionare i vostri ospiti preparando una di queste delizie della gastronomia italiana? Conoscere i loro segreti e utilizzarli per occasioni speciali?? Il nostro format Cooking Team Building ci porterà in questo viaggio straordinario: guidati da esperti chef, i partecipanti dovranno preparare tortellini e lasagne secondo il loro gusto e le loro abilità. Non c’è format più entusiasmante per motivare il vostro staff.

Bologna, il salotto dei congressi

Per finire ricordiamo che Bologna ospita alcune tra le sale congressuali più belle e attrezzate in Italia. Possiamo andare al Nuovo Polo Congressuale, che ci stupirà per la sua atmosfera moderna ed elegante, o al teatro “Arena del Sole”, situato nella centralissima via Indipendenza e dotato delle più moderne attrezzature, adatto a ospitare eventi con pochi o molti spettatori. Questi sono solo alcuni dei siti, che, insieme alla fiera, sono tutti ben collegati e nei pressi della stazione e dell’aeroporto della città. Con la nostra esperienza di Destination Management Company, potremo accompagnarvi passo passo nell’organizzazione del vostro evento, sicuri di regalarvi un’esperienza che non dimenticherete mai!

No Comments

Post A Comment

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!