Parlare in pubblico: come iniziare un discorso?

Parlare in pubblico: come iniziare un discorso?

Durante un evento aziendale c’è sempre spazio per uno o più discorsi pubblici. Alcune delle persone che si trovano a parlare lo fanno per motivi istituzionali. Altri, invece, sono spesso organizzatori dell’evento che devono spiegarne i dettagli e dare informazioni. Ecco perché un event planner deve saper parlare in pubblico. In questo articolo spieghiamo come iniziare un discorso pubblico in modo efficace e accattivante.

Come iniziare a parlare in pubblico?

1. Conoscere l’uditorio

La base di ogni discorso pubblico è la conoscenza dell’ambito nel quale ci si trova. Chi sono le persone che rappresentano l’uditorio? Che interessi hanno? Perché si trovano all’evento e che cosa si aspettano di sentire? Nel pianificare il discorso l’oratore deve pensare a tutto quello che sa sulle persone che ha davanti. Un gruppo di giovani collaboratori dovrà essere gestito in modo molto diverso da quello di manager di alto livello. La battuta di spirito che farà ridere i primi potrebbe far arrabbiare i secondi. Bisogna dunque calibrare il tono del discorso sulle aspettative che hanno nei suoi confronti gli ascoltatori.

2. Sapere cosa e come dire

Una volta chiarito qual è l’uditorio, non è da tralasciare l’argomento stesso del discorso. Va preparato con molta cura! Un oratore molto esperto nel parlare in pubblico può contare sul proprio estro, ma per tutti gli altri sarà meglio preparare in anticipo il discorso, studiarne i passaggi e provare i tempi. Si eviterà così la noia di un discorso eccessivamente lungo, ma anche l’imbarazzo di finire troppo presto le cose da dire. Inoltre, tutto quello che si dice deve avere un senso che sia subito chiaro alla platea. Se non si capisce di cosa si parla, le persone tendono ad annoiarsi e a perdere interesse per l’evento. E se così succede e l’oratore deve comparire in mano ai partecipanti i loro telefoni cellulari… è finita!

3. Trovare un inizio efficace

La parte più importante di ogni discorso è l’inizio. Ha infatti il compito di attirare l’attenzione del pubblico e di impostare il tono del racconto. Per questo è importante pianificare come iniziare il discorso pubblico in modo che sia accattivante e persino sorprendente. Gli ascoltatori alzeranno la testa stupiti e saranno pronti per ascoltare anche parti del discorso meno accattivanti (ma, probabilmente, più utili per lo svolgimento dell’evento).

Come iniziare il discorso per attirare l’attenzione dell’uditorio?

  • Fare una citazione. Una frase famosa o un’espressione celebre in azienda potrà essere una buona apertura del discorso, che attiri l’attenzione e dia anche un tono. Ma attenzione: la citazione deve essere pertinente e permettere di passare facilmente alla parte più informativa del discorso!
  • Fare una domanda. In questo modo l’oratore chiama subito in causa il pubblico e “sveglia” i distratti. Attenzione però a calcolare bene il momento: se la domanda giunge troppo presto, mentre le persone stanno ancora finendo il coffee break o sistemandosi sulle sedie, potrebbero non riuscire nemmeno a sentirla. E nulla è più imbarazzante di una domanda senza risposta!
  • Iniziare con un racconto. Un aneddoto o un breve racconto di vita, purché suoni convincente e vero, è un ottimo modo per iniziare il discorso. L’aneddoto deve però essere corto e soprattutto pertinente al tema dell’evento, e avere preferibilmente un finale a sorpresa.
  • Fare una battuta. Probabilmente il modo migliore per iniziare un discorso, se la battuta riesce; altrimenti, sicuramente il modo peggiore per farlo. Quindi bisogna stare cauti e farlo solo se si è oratori di grande esperienza. Altrimenti… attenzione all’effetto boomerang: una pessima battuta può affossare anche il discorso migliore!

Se l’inizio del discorso è stato efficace, il seguito sarà facile da svolgere perché l’uditorio avrà interesse ad ascoltare. Cosa fare se invece l’inizio si è rivelato scialbo, per colpa dell’oratore o di qualunque altro fattore esterno? Bisognerà allora cercare di recuperare il terreno, magari spostando l’elemento iniziale “perduto” in un’altra fase del discorso. Un altro modo efficace per recuperare è fare una battuta proprio su quello che ci ha messo in difficoltà. Ammettere il problema darà credibilità all’oratore, e riuscire a scherzarci sopra lo renderà simpatico alla platea.

 

Per questo articolo ci siamo ispirati a: "Come iniziare un discorso in pubblico: 5 consigli per coinvolgere la platea" di Meeting e Congressi.