Team Building Outdoor

L’obiettivo del Team Building Outdoor è di far vivere ai partecipanti un’attività sensoriale ed emotiva molto intensa per farli sentire parte integrante di un unico e grande team aziendale! E’ una formula che, in poche ore, sorprende per la sua capacità di accorciare le distanze, di rafforzare la relazione, di dare carica ed energia. Infine, è imbattibile nel far divertire insieme colleghi e dirigenti.

Una delle attività di Action Teambuilding più emozionanti, “Team Building Outdoor” è stata sperimentata su gruppi di ogni nazionalità, età, sesso, posizione professionale. Ritmo intenso, numerose attività e molto diverse tra loro, massima interazione con gli altri e divertimento sono gli ingredienti fondamentali di questa proposta.

 

 

Outdoor Team Building: attività conoscitive e relazionali

Questo tipo di attività Team Building è utile per conoscersi e/o approfondire la conoscenza reciproca attraverso modalità inconsuete, originali e divertenti. Saranno svolte attività che consentiranno di costruire un legame tra i partecipanti attraverso il coinvolgimento fisico, andando a stimolare la collaborazione, il confidare in se stessi e soprattutto la fiducia reciproca. Le attività Outdoor non permettono a nessuno di restare in disparte, tutti devono partecipare al lavoro del team per raggiungere l’obiettivo comune!

 

Attività di Problem Solving

Team Building OutdoorCosa devono fare i partecipanti durante un Team Building Outdoor?

Le attività sono della stessa tipologia altri team building movimentati, che siano svolti in città o nell’ambiente naturale, sono molte le sfide da affrontare. I partecipanti devono raggiungere un obiettivo, trovare la soluzione a un problema, rispettando alcune regole ben precise; superare gli ostacoli, cimentarsi in una sfida con se stessi e con gli altri; affrettarsi in una corsa contro il tempo, usando la creatività e le infinite risorse di cui un team è portatore, spesso inconsapevole!

Le attività di problem solving da noi concepite prevedono un briefing iniziale e una situazione un cui ci sia:

  • un obiettivo da raggiungere o un problema da risolvere
  • delle risorse limitate
  • una scadenza temporale.

Questo per simulare e osservare in un contesto neutro le dinamiche personali e relazionali, decisionali e di implementazione, rispetto ad una qualsiasi attività da svolgere.

Alla fine? All’attività segue un debriefing che ha il ruolo, fondamentale, di chiarire ai partecipanti quanto è accaduto nel corso dell’attività, osservando quali loro atteggiamenti si siano rivelati “vantaggiosi” e quelli “svantaggiosi” per il loro team. Le domande poste nel debriefing si basano sull’osservazione di quanto accaduto durante le attività e mirano a far riflettere sulle proprie modalità di agire, per incrementare l’impegno e la dedizione personale negli interessi dell’azienda.