More of TeamWorking
Articoli
Vacanze in Italia

Vacanze low cost e a Km zero, perché non in Italia?

Vacanze low cost e a Km zero, perché non in Italia?

Dopo un anno di lavoro o di studio, l’estate sembra un miraggio. E quando finalmente arriva, diventa motivo di stress per organizzare le vacanze. La voglia di partire è tanta, la smania di andare via e staccare la spina con la realtà quotidiana è quasi indescrivibile… Ma non sempre le possibilità economiche possono soddisfare i desideri di ognuno. E quindi, ecco che, specialmente in periodo di crisi, si inizia a parlare di vacanze “low cost” e a km zero.

La scelta più comune è quella di sfruttare a pieno le offerte last minute delle agenzie di viaggi o delle grandi compagnie di trasporto, acquistando pacchetti che includano nel prezzo il viaggio e la permanenza in un luogo. Ma un fenomeno che sta prendendo sempre più piede, non così sicuro come quello del last minute, è quello di visitare mete in paesi nei quali la situazione sociale e politica è meno stabile. Si gioca sulla più alta percentuale di rischio, di conseguenza i prezzi di mercato non possono essere sempre al massimo concorrenziali. E quindi ecco che mete gettonatissime quest’estate sono i paesi dell’Asia e dell’ Africa, in particolar modo l’Iran, la Libia, l’Egitto. Non che questo sia l’unico motivo per il quale si scelga di investire per visitare queste nazioni che nascondono patrimoni artistici, storici e culturali di gran lunga superiori a quelli che vengano pubblicizzati e che si immagini. E poi c’è chi scegli di apprezzare o è “costretto” ad apprezzare le bellezze che offre l’Italia. Decide di andare alla scoperta dei paradisi di cui l’Italia dispone.

Abbiamo a nostra disposizione la magnificenza di opere d’arte che si conservano da migliaia di anni, possiamo fruire dell’imponenza di montagne e riempire i nostri occhi di verde grazie alla vegetazione che di certo non manca qui nel Bel Paese. Abbiamo il mare limpido della Sardegna che ci viene invidiato dal mondo intero e le Alpi che accolgono ogni anno un ingente numero di turisti; alla luce delle meraviglie che abbiamo intorno sorge spontanea una domanda: che motivo avremmo di andare in Spagna, Francia o Sharm el Sheik se intorno a noi vi è ogni sorta di tesoro artistico o naturale?

L’Italia dispone di tesori di inestimabile valore, e molti, per il dominio dell’ignoranza non riescono nemmeno lontanamente a concepirlo. Così, ancora una volta, ed anche per le vacanze estive, paradossalmente periodo nel quale si tenderebbe ad allontanare ciò che rappresenta sforzo per la mente, l’ignoranza diventa una pesantissima zavorra, che limita enormemente nelle possibilità di arricchirsi nella mente e nello spirito ammirando luoghi paesaggi e patrimoni artistici a km zero, a poco tempo da casa. Lode agli italiani che decidono di incentivare il turismo nazionale e che sull’Italia continuano ad investire.

Se venissero rese note e fossero ben pubblicizzate tutte le possibilità che a livello turistico l’Italia offre, ad iniziare dalle apparentemente desolate valli Valdostane, dagli stabilimenti termali lungo i laghi del Nord, dai vigneti del Veneto, dalla particolarità della Liguria, nella quale si passa in men che non si dica da San Remo alle “Cinque Terre”, dalle piccole e deliziose cittadine emiliane, dagli agriturismi toscani, dalle stimate vuote, ma fitte e misteriose foreste umbre, alle meravigliose coste della Puglia e della Calabria, all’infinito numero di monumenti e musei del Lazio e della Campania, alle bellezze quasi finte delle spiagge e delle calette più nascoste della Sicilia e della Sardegna.

Questo e molto altro è l’Italia, valorizziamola e volgiamole bene.

Vacanze estive: perché andare all’estero se l’Italia è tanto bella?

Non c’è niente di male, ovviamente, nel voler andare a visitare una città estera, anche solo per volerne assorbire la cultura o assaggiare i cibi, ma probabilmente non è troppo saggio spendere soldi su soldi per fare il giro del mondo o per prendere il sole su spiagge nordafricane quando non si è mai visto il mare della Sicilia o la Mole Antonelliana.

C’è da dire, inoltre, che d’estate l’Italia pullula di feste popolari e di sagre che sono l’ideale per riscoprire i sapori tipici di questa terra alla quale non sono mai mancati i prodotti per preparare dei piatti squisiti né la fantasia per pensare sempre a cibi nuovi da poter portare in tavola. In Italia d’estate si balla, si canta, si mangia… La Notte della Taranta potrebbe essere, ad esempio, un opportunità per scoprire il meraviglioso mare del Salento al ritmo coinvolgente di una delle danze più famose dello Stivale. Questo è l’anno dell’Unità d’Italia. Sebbene il Bel Paese non sembri essere propriamente unito, si potrebbe partire dalla voglia di innamorarsi di nuovo delle sue bellezze, un po’ come ha fatto Enrico Brizzi che ha attraversato l’Italia a piedi ascoltandone le splendide storie e calpestandone la storica terra.

Scoprire Italia con noi!

Lo diceva Dorothy nel Mago di Oz: e una tale conclusione può essere applicata a qualsiasi paese. In effetti basta avere un po’ di attaccamento alla propria terra, e il luogo dove si è nati diventa automaticamente il posto più bello del mondo. Sinceramente ci riesce difficile pensare che qualcuno non possa amare il paese in cui è nato. Eppure succede, e vale soprattutto per l’Italia, dove c’è sempre quel coro di voci che disapprovano e che non sono molto propensi a parlarne bene. Ma alla luce di tutto quello che abbiamo visto, e con l’orgoglio nazionalista che abbiamo nel cuore, noi non ci stiamo. E insistiamo che viaggiare in Italia è una delle cose più belle che si possano fare per le proprie vacanze. In auto o in treno, a piedi o in bici, a monte o a valle, in cerca di musei o di spiagge, da soli o in compagnia… Quello che può regalare lo Stivale non lo regala nessun altro paese.

Guarda i nostri formati. È possibile esplorare Team Building Fattoria, Wine Gamescucinare e assaggiare il delizioso cibo dell’Italia.

No Comments

Post A Comment

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!