More of TeamWorking
Articoli
Speciali Estate Carton Boat

Tutti a bordo!

Una sfida al limite del possibile!

Lo scopo di TeamWorking nelle attività di team building è unire creatività, lavoro di gruppo, competizione e divertimento. Quale può essere il format ideale che comprenda tutte queste componenti? Noi non abbiamo dubbi: è il nostro team building estivo più gettonato, Carton Boat! Vogliamo ora raccontarvi la nostra esperienza più recente: due attività in due giorni, con due gruppi di persone provenienti da reparti diversi di una medesima azienda. Una gara incredibilmente agguerrita… con l’aggiunta delle intemperie del clima!

Creatività e lavoro di gruppo

Innanzitutto, non sono mancate queste prime due componenti del team building ideale. I partecipanti hanno scatenato la loro fantasia e le loro capacità ingegneristiche nella progettazione e nella realizzazione delle barche. Gli strumenti erano pochi ed essenziali, il materiale disponibile uno solo: il cartone! E anche la quantità di questo materiale non era pari per tutte le squadre, perché cartoni aggiuntivi venivano attribuiti sulla base dell’originalità e dell’efficacia del progetto.

Carton BoatOgni gruppo ha sviluppato dunque un progetto, che ha disegnato sulla carta o direttamente sul cartone attribuito inizialmente. Il nostro Giovanni, forte della sua esperienza nautica (di cui potete accertarvi anche dal video che trovate a QUESTO LINK), ha giudicato i progetti e attribuito cartoni e altri strumenti aggiuntivi per la costruzione. Il lavoro era tanto e il tempo poco, ma prima dell’ora di pranzo tutte le squadre avevano completato e decorato le loro creazioni.

Tutto era pronto per metterle in acqua… ma bisognava prima soddisfare i nostri bisogni primari, cioè pranzare tutti insieme in allegria. Rifocillarsi era importante: nel primo pomeriggio le squadre concorrenti avrebbero attraversato la piscina sulla loro imbarcazioni e gareggiato per la vittoria finale!

Una gara avvincente

Innanzitutto si procede con le sfide a due, una barca contro un’altra. A volte una delle imbarcazioni affonda mentre l’altra procede vittoriosa fino al traguardo, altre volte la gara è alla pari: entrambe le barche navigano sicure oppure… entrambe affondano rovinosamente! Dopo questa prima fase eliminatoria, si confrontano le squadre “sopravvissute”, quelle che possono ancora utilizzare l’imbarcazione per un’altra traversata. Qui la gara si fa stringente: tutti sono bravi, tutti remano furiosamente, e la vittoria sarà di chi saprà sfruttare meglio la forma dell’imbarcazione e i remi fabbricati a mano per tagliare il traguardo per primo!

Nel primo giorno la gara è stata resa più complessa da un nubifragio avvenuto proprio al momento dello schieramento e della gara. Bagnate non solo dall’acqua della piscina, ma anche dalla pioggia, le imbarcazioni prendevano acqua più facilmente. La fase finale ha visto una parità di forze che ha reso estremamente affascinante la gara. Abbiamo dovuto persino rivedere la ripresa video per poter decretare un vincitore!

Nel secondo giorno, invece, il tempo ci è stato favorevole, tuttavia le barche – tutte di grandissima originalità – affondavano facilmente. Solo due squadre hanno potuto disputare la fase finale, e a vincere sono stati coloro che, per tutto il tempo della costruzione, sembravano rimanere indietro. La forma particolarmente semplice e lineare della loro imbarcazione sembrava poco vantaggiosa, e invece ha ripagato gli sforzi: in entrambe le traversate la loro “Love Boat” (così l’hanno intitolata) è giunta velocemente e senza problemi fino alla fine del percorso.

Guardando lo svolgimento dell’attività, noi trainer non potevamo che provare invidia: quanto ci piacerebbe metterci al lavoro a nostra volta per costruire una barchetta di cartone targata TeamWorking!

No Comments

Post A Comment

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!