More of TeamWorking
Articoli
Risparmio energetico

Italia leader nell’efficienza energetica

Un primato importante

Italia leader nell’efficienza energetica? A quanto pare, sì! Il V rapporto ENEA mette in luce dati importanti: l’Italia appare ora il leader in Europa per bassi livelli di intensità energetica, con un valore inferiore del 18% alla media europea. Questo dato viene misurato sulla base del rapporto tra Prodotto Interno Lordo (PIL) e Consumo Interno Lordo (CIL) di energia. Grazie a ciò, negli ultimi dieci anni, il nostro paese ha risparmiato 3 miliardi di euro che avrebbe speso per importare fonti di energia fossili. La diminuzione ha riguardato tutti i settori, dall’industria al settore residenziale.

Efficientamento energetico: cosa si fa e cosa resta da fare

Ambiente greenIl merito principale (oltre che, ahimè, alla crisi economica che ha ridotto drasticamente i consumi dell’industria tra il 2007 e il 2014) va agli incentivi per migliorare l’efficienza energetica delle case degli italiani. Dal 2005 al 2015 gli italiani hanno investito quasi 28 miliardi di euro in lavori mirati per migliorare l’isolamento termico delle case: porte, finestre, tetti, “cappotto termico” per la casa, eccetera. Il risparmio? Oltre al vantaggio economico per le famiglie, che dopo gli interventi hanno speso meno in bollette per il riscaldamento, ne ha beneficiato l’ambiente. Sono stati risparmiati infatti 10 milioni di tonnellate di petrolio, equivalenti a 26 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica!

Il beneficio per l’economia consiste poi nella creazione di nuovi posti di lavoro, stimati sui 50.000 in Italia. E saranno ancora di più, dal momento che con questi dati l’Italia ha raggiunto il 32% dell’obiettivo di riduzione dei consumi fissato dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica per il 2020. Per completare l’obiettivo bisognerà puntare ora, più che sulle abitazioni private, sull’edilizia pubblica, anche non a uso residenziale.

Intanto è stata lanciata la campagna “Italia in classe A” volta a sensibilizzare il largo pubblico, anche attraverso i mass media, sull’importanza del risparmio energetico e degli stili di vita “green”. La campagna prevede un premio giornalistico e iniziative di informazione e formazione. In questo primo anno della campagna particolare attenzione sarà dedicata agli edifici pubblici italiani, i cui consumi possono essere sensibilmente diminuiti con interventi di efficientamento.

Ci piacerebbe pensare di far parte di questo piano con la nostra attenzione per il versante green del team building, e soprattutto con le nostre attività legate all’ambito ecologico: riciclaggio di materiali e creazione di orti verticali per asili e scuole. Vista la moda odierna per la coltivazione sui terrazzi e sui tetti, rifletteremo anche sulla possibilità di proporre, a breve, una nuova attività di team building ecologico per arricchire con le piante i tetti dei palazzi cittadini. In questa maniera è possibile favorire il risparmio energetico e nel contempo produrre frutta e verdura!

No Comments

Post A Comment

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!