More of TeamWorking
Articoli
Energie rinnovabili

Il Sud e le Isole sempre più esportatori di energia rinnovabile

Il Mezzogiorno sta diventando sempre più un forte esportatore di energia elettrica da fonti rinnovabili. Questa è la conclusione di un’indagine commissionata da Greepeace e svolta da Althesys, nota agenzia di consulenza e ricerca nel settore ambientale. La produzione giornaliera di energia elettrica “pulita” ha raggiunto nel 2013 picchi dell’80%, un trend che dimostra le enormi potenzialità della green economy per il Sud e le Isole. Le energie rinnovabili potrebbero veramente diventare un nuova risorsa per il meridione, con la possibilità di creare occupazione, rilanciare l’economia, ridurre l’inquinamento e preservare il bellissimo paesaggio naturale che solo questa regione sa offrirci.

Nel 2013 il settore ha avuto una ricaduta economica nel mezzogiorno pari a 6 miliardi di euro, con un totale di occupati pari a 63 mila unità. Secondo Luca Iacoboni, responsabile clima ed energia di Greenpeace Italia, risulta chiaro che: «…non solo in termini ambientali ma anche per quanto riguarda economia ed occupazione, il futuro su cui puntare sono le energie rinnovabili e l’efficienza energetica. Una politica basata sulla “rivoluzione energetica” farebbe crescere l’occupazione a 100 mila unità nel 2013: se già oggi gli occupati diretti rinnovabili sono 2 volte quelli di Fiat Auto, nel 2030 si potrebbe mantenere questa occupazione e farla crescere ulteriormente fino al triplo di quanto oggi occupa Fiat Auto in Italia».

Una bellissima notizia che ci incoraggia a seguire la strada dell’approccio sociale ed ecosostenibile.

No Comments

Post A Comment

Contattaci per maggiori informazioni o per richiedere un preventivo!